Uma Thurman in una scena di “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino- un esempio di film che ha una struttura temporale reversibile.

Post navigation